Maurizio Valeriani e Antonio Di Spirito
Rosso di Montalcino: quello della Corte dei Venti tra i migliori 5 del 2014 secondo Maurizio Valeriani e Antonio Di Spirito

Dopo che tanto si è parlato dell’annata 2010 a Montalcino come se fosse una delle più grandi annate di sempre, le aspettative sull’uscita delle riserve erano molto alte.
Ci siamo dunque anche noi cimentati nell’assaggio delle circa 80 etichette poste in degustazione durante Benvenuto Brunello 2016.
Ebbene la nostra conclusione è che complessivamente la Riserva 2010 non risulta convincente, con vini a volte ambiziosi con utilizzo del legno non razionale, oppure vini magri e diluiti oppure vini alcolici e maturi. Ciò nonostante c’è chi ha realizzato dei grandi vini.

Rosso di Montalcino 2014, ecco i nostri migliori assaggi:
Rosso di Montalcino 2014 – Sesti: sentori speziati si uniscono a note di piccoli frutti di bosco; di grande slancio gustativo;
Rosso di Montalcino 2014 – Le Chiuse di Sotto di Gianni Brunelli: ricco, pieno, con note di macchia mediterranea e spezie dolci;
Rosso di Montalcino 2014 – Corte dei Venti: florealità, sapidità, succosità sono al centro dell’assaggio; un piccolo brunello;
Rosso di Montalcino 2013 – Le Ragnaie : note molto precisi ed eleganti di piccoli frutti di bosco e spezie, si uniscono a toni minerali; succoso e ricco;
Rosso di Montalcino 2014 – Pian delle Querci : agrumato e ben contrastato, lascia la bocca saporita e succosa; di grande materia ed eleganza.
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com