Vendemmia Manuale e Meccanizzata
Scopriamo insieme tutte le differenze

Curiosità sul Vino 08 gen 2021

E’ appena trascorso il periodo della vendemmia, da metà settembre a metà ottobre tutte le Cantine si apprestano infatti alla raccolta dell’uva che sarà destinata alla vinificazione per il futuro vino e da qualche tempo a questa parte questa bellissima parte della produzione vitivinicola può essere eseguita in due modalità: la più tradizionale vendemmia manuale o la più recente vendemmia meccanizzata.

E’ importante sottolineare che qui non ci soffermeremo su quale sia la migliore, anche perché una Cantina può avvalersi di entrambi i metodi, per svariati motivi, tra cui la velocità di esecuzione della vendemmiatrice che sostituisce le buone vecchie risorse umane, i costi differenti, la conformazione del suolo dove insiste la vigna, insomma, un’Azienda può scegliere anche di eseguire la vendemmia manuale su un tipo di vigna e quella meccanizzata su un’altra.

Prima di tutto bisogna non nascondere il fatto che la vendemmia manuale è più indicata per vini di una fascia medio-elevata e millesimati, mentre la vendemmiatrice è più indicata per prodotti che sono di fascia medio-bassa, questo indipendentemente dalla qualità.

vendemmia manuale

Infatti se da una parte la vendemmia manuale permette una raccolta di uva che rimane molto più intatta, più selezionata e di conseguenza priva di parti non desiderate come fogliame, piccioli, pezzi di legna della vigna, dall’altra la vendemmia meccanica permette una raccolta più rapida e assicura quindi che i grappoli non perdano il grado zuccherino raggiunto e desiderato per il perfetto momento della raccolta.

Si evince da ciò che la vendemmia manuale richiede molto più tempo per la raccolta e un impiego di molto più personale con un conseguente aumento dei costi fino a tre volte in più rispetto alla vendemmia meccanica.

D’altra parte, come accennavamo, ci sono delle vigne che per la particolarità della conformazione del terreno, in zone molto pendenti e collinari, con suolo sconnesso e mancanza di strade e accesso da parte della macchina vendemmiatrice, devono essere eseguite per forza manualmente, quindi un’altra importante differenza è proprio questa: l’uomo arriva ovunque la macchina no!

La mano dell’uomo, dunque, resta ad oggi la più sapiente in grado di separare grappolo per grappolo e adagiarlo sulle cassette, per una ancor più accurata raccolta, ad ogni modo, se la vendemmia deve essere eseguita meccanicamente, soprattutto per il fattore tempo, si può andare verso una scelta molto accurata della macchina e optare per quella che deturpa meno il grappolo.

Anche in questo senso la differenza tra le macchine vendemmiatrici e l’uomo è sostanziale e laddove si necessita una raccolta manuale si avrà maggiore cura nella scelta del grappolo, privilegiando quello più integro e sano, dove la macchina invece fa una raccolta unica non diversificando di fatto l’uva.

Che dire, infine, se si tratta di un buon Brunello di Montalcino, difficilmente troverete la raccolta a macchina, ma per un rosso IGT Supertuscan può essere probabile che l’Azienda abbia optato per la vendemmiatrice, senza però pensare che ci si trovi di fronte a un prodotto di scarsa qualità.


Scopri le nostre offerte

Scopri i vini, le grappe e l'olio extravergine d'oliva della Corte dei Venti. Acquistali adesso ad un prezzo speciale sul nostro store online.

Acquista adesso
+39 0577 844035
+39 347 3653718
info@cortedeiventi.com
42.975758,11.4758813
Loc. Piancornello, Montalcino
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com