Andrea Gori "www.intravino.com"
Con 92 punti il Brunello di Montalcino Corte dei Venti si conferma tra i migliori brunello del 2011

Benvenuto Brunello 2016: l’annata 2011 alla prova del calore e della tecnica.
(by Andrea Gori - Intravino).

Per molti l’eterno problema della vendemmia 2011, a Montalcino, sarà quello di essere venuta dopo la grandissima 2010, e non solo quanto ad aspettative. In bottiglia la qualità dei vini ha risentito parecchio dell’andamento dell’annata, dove le interferenze date dalle ondate di calore che hanno segnato in maniera inaspettata il 2011 hanno visto emergere in
maniera vistosa chi ha saputo gestire l’emergenza caldo in estate.
Con l’alcol fuori scala (non rari i casi di vini da 15% e più) per fortuna l’acidità media si è dimostrata più alta che nell’altrettanto calda 2009, lasciando a quel punto al tannino l’ultima parola. Solo chi ha gestito bene la vigna e tutelato i grappoli dalla sovraesposizione, ha saputo portare a maturazione il corredo polifenolico e ottenere vini con un bell’equilibrio e un frutto vivo senza cotture. Agli altri non è restato che fare una grossa selezione in vendemmia, scegliendo le uve in maniera attentissima, anche se questo ha significato sacrificare la produzione.
Più che la posizione del vigneto sui diversi versanti ed esposizioni (anche se una prevalenza di qualità sul versante nord si percepisce), è stato davvero il saper reagire con lucidità e fermezza all’emergenza in vigna che ha permesso non solo di salvare l’annata ma di ottenere grandi risultati.

Ecco la valutazione del nostro brunello 2010:
"Corte dei Venti timo rosmarino e delicata nota fruttata fresca, pepe e senape, lunghezza e piacere al sorso, lungo e succulento 92".
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com