Rosso o Brunello di Montalcino
Scopriamo tutte le differenze

Non siete proprio degli esperti del settore enologico e vi trovate davanti a uno scaffale di bottiglie di vino delle etichetti apparentemente similari, avete sentito spesso nominare il famoso Montalcino e sapete che lì viene prodotto un vino di alta qualità e amato in tutto il mondo, e leggete Rosso di Montalcino e Brunello di Montalcino.

Rosso e Brunello sono apparentemente sinonimi, infatti, “brunello” dalle parti di Montalcino significa “bruno” ovvero scuro ed è il nome che in gergo si usa per il tipo di uva Sangiovese Grosso dalla quale si ricavano questi preziosi vini, ebbene, sappiate però che si tratta di due vini ben differenti!

Ecco di seguito tutte le differenze tra il Rosso e il Brunello di Montalcino!

Differenze tra Rosso e Brunello di Montalcino



Rosso di Montalcino


Il Rosso di Montalcino è un vino che si ottiene esclusivamente da uve di Sangiovese Grosso prodotte esclusivamente nel Comune di Montalcino e che ha acquisito la famosa denominazione DOC (denominazione di origine controllata).

E’ un vino giovane e fresco rispetto al fratello maggiore Brunello è armonico ed elegante, all’aspetto è brillante e limpido, all’olfatto ha un’ottima fragranza e buona intensità, si possono riconoscere odori di frutta fresca e leggera marasca.

Dal colore rosso rubino intenso, sorseggiandolo si nota un sapore asciutto e armonico, è un vino ampio, persistente e vivace con una finissima struttura tannina.

rosso di montalcino corte dei venti

Il Rosso di Montalcino essendo fresco e giovane può essere accompagnato a primi come paste al ragù di carne, pollame, funghi, tartufo.

Solitamente il Rosso di Montalcino dopo la vinificazione viene affinato dodici mesi in botti, tonneaux o barriques di legno e almeno quattro mesi in bottiglia.

Dunque a differenza del Brunello, come vedremo, il Rosso di Montalcino può essere immesso in commercio l’anno successivo a quello della vendemmia e ha una gradazione alcolica di almeno 12 gradi.

Brunello di Montalcino


Fratello maggiore del Rosso di Montalcino e suo predecessore si ottiene anch’esso da uve di Sangiovese Grosso prodotte esclusivamente a Montalcino. A differenza del Rosso, il Brunello di Montalcino è insignito della pregiata etichetta Docg (denominazione di origine controllata e garantita).

E’ un vino invecchiato e strutturato, visivamente limpido, brillante e di colore granato vivace, dal profumo intenso e persistente, ampio ed etereo.
Al sapore si riconoscono sentori di sottobosco, legno aromatico, dovuto all’affinamento in barriques, vagamento vaniglia e composte di frutta.

brunello corte dei venti

Ha un corpo elegante e armonico di lunga persistenza e si sposa perfettamente con secondi piatti quali la carne, come arrosti di pollame e cacciagione, bistecche alla brace, infatti i suoi persistenti tannini creano un connubio di gusto unico nel palato.

Dopo la vinificazione il Brunello viene affinato per minimo 36 mesi in barriques o botti di rovere di Slovenia più ulteriori 6/12 mesi in bottiglia.

Brunello Corte dei Venti

La sua immissione nel mercato dunque può avvenire cinque anni dopo l’annata della vendemmia, qualsiasi tempo inferiore secondo le rigide norme statali dettate per questa etichetta non fanno acquisire il nome certificato di Brunello di Montalcino, ha una gradazione alcolica di minimo 12,5 gradi.





Scopri le nostre offerte

Scopri i vini, le grappe e l'olio extravergine d'oliva della Corte dei Venti. Acquistali adesso ad un prezzo speciale sul nostro store online.

Acquista adesso
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com